Benvenuto! Accedi o registrati.
EnduroItalia

ENDURO ITALIA | Promuovi anche tu la tua Pagina


Pagine: [1]   Vai giù
  Stampa  
Autore Discussione: Perchè il manubrio è importante?  (Letto 6182 volte)
0 utenti e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
REDAZIONE ENDURO
ENDUROITALIA
Staff
Endurista
*****

Reputazione 6586
Scollegato Scollegato

Messaggi: 14040



WWW Oscar
« inserita:: 31 Dicembre 2011, 14:33:24 »

    

   Il manubrio è di fatto lo strumento principale con il quale comandiamo la nostra moto, le moto di serie ovviamente vengono costruite in base a quella che statisticamente è chiamata "Media Generale" che sicuramente si può avvicinare alle necessità della maggior parte dei piloti ma non di tutti.  Le persone che generalmente superano i 180 cm di altezza dovranno sicuramente adattarsi e non poco per riuscire a trovare la "comodità" di guida sulla propria moto.   Ecco allora che vi mostro uno schema che presenta la Renthal ma che di fatto tutti i produttori di manubri propongono ai loro clienti, tramite questo schema si può cercare di capire quale sia la scelta di un manubrio diverso da quello di serie da montare sulla propria moto, evitando o almeno in parte il ricorso ai rizer (che sono un ritocco e non una scelta primaria per il cambio di posizione del manubrio).   Viene consigliato da molti il CR-HIGH per la marca Renthal per i piloti molto alti, permette di agevolare il movimento per alzarsi in piedi ed il movimento del bacino verso il manubrio per chiudere una curva in staccata e non risentire di una posizione non agevole per fare leva sul manubrio stesso. Di fatto sembrano accorgimenti banali ma possono salvare il pilota da affaticamento agli avambracci in moltissimi situazioni rendendo di fatto meno faticosa la guida ed aumentare la resistenza e la forza durante una gara o una uscita.   Nel disegno viene indicato con A la larghezza del manubrio, incide tantissimo quando si hanno delle braccia molto lunghe e quindi si apprezza sicuramente una larghezza maggiore rispetto a quelle standard per il controllo della moto.   Nel disegno le lettere C, B ed E sono quelle che di fatto incidono più di tutte notate infatti nello schema sotto le differenze tra CR-HIGH e CR-MID per capire con i numeri meglio ancora quanto sia importante avere un manubrio su misura per la conformazione fisica del pilota. Di fatto quello di cui stiamo parliamo non è una scelta obbligatoria, perchè si può guidare la moto senza problemi con l'assetto di "serie", ma di un consiglio per chi vuole migliorare o spingersi alla ricerca della miglior posizione di guida.       La tabella riporta solo manubri CROSS-ENDURO.

Registrato

REDAZIONE ENDURO
ENDUROITALIA
Staff
Endurista
*****

Reputazione 6586
Scollegato Scollegato

Messaggi: 14040



WWW Oscar
« Risposta #1 inserita:: 01 Gennaio 2012, 14:13:31 »

Potete inserire in questo post anche le vostre esperienze e consigli ovviamente.....
Registrato

TENErosco03
Utente non iscritto
« Risposta #2 inserita:: 02 Gennaio 2012, 19:47:08 »

Molto utile x menare alla consorte.....meglio togliere il salsicciotto paraurti.....potrebbe nn fare ben il suo dovere!!!  Linguaccia1
Registrato
pajo
Utente non iscritto
« Risposta #3 inserita:: 03 Gennaio 2012, 08:30:08 »

E' un accessorio abbastanza costoso e talvolta prima di cambiarlo sorgono 1000 dubbi, l'ideale sarebbe di provarlo sulla moto di un amico che già ce l'ha, ma anche li non è detto che il feeling sia lo stesso se riportato sulla propria moto ( molto piu' veritiero se stessa moto di pari anno/cilindrata/eventuali modifiche).

Personalmente prima di cambiare un manubrio perchè lo si "sente strano" proverei a cambiare da prima la posizione dello stesso sulle piastre,l'inclinazione, la posizione delle leve (metterle quasi orizzontali) e da non trascurare anche le manopole, talvolta la struttura delle stesse o l'utilizzo di certi materiali comporta maggior confort.

NON TRASCURIAMO NEMMENO LA TIPOLOGIA DEI GUANTI!!!
Registrato
gv77
Utente non iscritto
« Risposta #4 inserita:: 03 Gennaio 2012, 09:53:51 »

è chiaro che il passaggio di cambiare il manubrio è una scelta avanzata, come dice Pajo prima và provata la posizione di quello in dotazione magari spingendosi nell'applicazione di rizer e solo dopo aver fatto le giuste prove cercarne uno più comodo per la propria posizione.

Personalmente è una scelta che farei subito, sono alto 1,86 e tutti i manubri che provo mi stanno sempre bassi e corti.
Registrato
pajo
Utente non iscritto
« Risposta #5 inserita:: 03 Gennaio 2012, 11:50:38 »

è chiaro che il passaggio di cambiare il manubrio è una scelta avanzata, come dice Pajo prima và provata la posizione di quello in dotazione magari spingendosi nell'applicazione di rizer e solo dopo aver fatto le giuste prove cercarne uno più comodo per la propria posizione.

Personalmente è una scelta che farei subito, sono alto 1,86 e tutti i manubri che provo mi stanno sempre bassi e corti.

Visto che lo vorresti cambiare...... su quale manubrio ti orienteresti a parte le geometrie??
Con traversino o senza??
Registrato
gv77
Utente non iscritto
« Risposta #6 inserita:: 03 Gennaio 2012, 13:13:01 »

sicuramente con il traversino le vibrazioni sono minori, sento parlare molto bene ingiro dei manubri tommaselli anche senza traversino (vedi mika ahola) di cui si dice però che guidi molto arretrato e quindi con piega + bassa????.... se lo usava lui senza traversino evidentemente i benefici ci sono anche senza, no????

Comunque di fatto secondo me ed in questa foto si vede bene  Occhiolino spostare la geometria del manubrio aiuta tantissimo anche a stancarsi di meno. basta trovare la giusta dimensione per il proprio modo di guida.




« Ultima modifica: 03 Gennaio 2012, 13:15:49 da GV77 » Registrato
Pagine: [1]   Vai su
  Stampa  
 
Vai a:  

Powered by SMF 1.1.21 | SMF © 2006-2007, Simple Machines
XHTML | CSS | Aero79 design by Bloc