Forum Trial

TRIAL ITALIA | Promuovi anche tu la tua Pagina

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Lo spagnolo ha vinto il suo sesto Titolo Outdoor

Era nell'aria, Tony Bou, pilota spagnolo del Repsol Montesa Honda HRC, ha vinto, oltre al Gran Prix d'Italia tenutosi 8 luglio 2012 a Santo Stefano d'Aveto (Genova), il suo sesto titolo FIM Trial World Championship consecutivo.

Secondo di giornata, il suo compagno di squadra, Takahisa Fujinami, seguito da Albert Cabestany su Sherco, Adam Raga su Gas Gas (quarto) e James Dabil su Beta (quinto). Lo spagnolo Bou, ha “firmato” con una differenza di ben 50 punti sul secondo (Cabestany, che tra l'altro non è ancora sicuro di esser vicecampione, visto che è a pari punti con Jeroni Fajardo) con 210 punti totali, contro 160 del pilota successivo.

Il prossimo appuntamento si terrà a Carlisle (Gran Bretagna) il 28 e 29 luglio, dove si giocheranno la seconda posizione Albert Cabestany, Jeroni Fajardo e Takahisa Fujinami. Quasi sicuramente i tre potranno avvicinarsi a Bou come punteggio, ma matematicamente lo spagnolo è già campione.

Toni Bou (Repsol Montesa): "E' stata una giornata strana. Ho avuto ancora qualche problema con la gamba e non avevo il giusto feeling con la moto. Ho fatto qualche grosso errore nel primo giro e ho pensato veramente che non fosse la mia giornata. Poi tutto è cambiato, Albert ha iniziato a commettere degli errori, ed io ho ripreso il mio livello. Al secondo giro si sono aggiustate le cose, ma non pensavo di poter vincere. Ora sono più che felice di aver in mano il titolo e di aver vinto questo round. E' un titolo speciale, perchè è il sesto, e me ne manca solo uno per arrivare al record di Tarres e Lampkin. Mi devo far controllare la gamba e poi deciderò se finire la stagione o no".
 

Condividi