Forum Trial

TRIAL ITALIA | Promuovi anche tu la tua Pagina

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Tutto il meglio di ciò che ci si poteva aspettare, e molto di più: il Gran Premio d'Italia X-Trial Acqua Smeraldina è stato davvero un evento maiuscolo! A confermarlo sono gli ottomila che hanno gremito il Mediolanum Forum di Assago, ed i piloti che si sono sfidati fino all'ultimo brivido sulle zone tecniche e molto impegnative preparate dal maestro Sergio Canobbio. Approvazione unanime, sia sotto il profilo tecnico che organizzativo, anche da parte di tutti gli addetti ai lavori e tecnici presenti.

CLASSIFICA GRAN PREMIO D'ITALIA ACQUA SMERALDINA
1.BOU - Montesa ESP 10pt
2.RAGA - Gas Gas ESP 10
3.CABESTANY - Sherco ESP 18
4.FAJARDO - Beta ESP 27
5.FUJINAMI - Montesa JPN
6.GUBIAN - Gas Gas FRA
7.OLIVERAS - Ossa SPA
8.BROWN - Gas Gas GBR
9.SALERI - Beta ITA
10.TARRES - JTG ESP

Cuore, batticuore emozione e trionfo sono stati ingredienti fondamentali di una gran premio mondiale davvero indimenticabile. Grande la soddisfazione di Attiila Events e Moto Club Lazzate per un successo organizzativo cercato e voluto con determinazione.....

Il titolo è andato, come da pronostico, al fuoriclasse Toni Bou: al catalano mancavano solo quattro punti per aggiudicarsi matematicamente la corona con una gara di anticipo. Poteva sembrare un gioco da ragazzi: un quinto posto ed era fatta! Ma non è stato così facile: gli ostacoli impegnativi della gara milanese hanno messo a dura prova anche lui. Il pilota del Honda Montesa ha commesso un primo errore nella zona Acqua Smeraldina, poi, proprio nella ultima zona della serata, con il titolo ormai ufficialmente in tasca, nel tentativo di recuperare la moto è caduto all'indietro battendo la schiena a terra. Dopo qualche momento in cui l'intero Forum è rimasto con il fiato sospeso, il campionissimo si è rialzato, e, seppur evidentemente dolorante, è risalito in moto ed ha affrontato il parallelo di spareggio con Adam Raga, dove ha vinto aggiudicandosi così la gara.

Campione indoor per sei volte, quindi, e per la seconda volta incoronato proprio a Milano!
“Belle le prove, fantastico il pubblico di Assago – ha detto Bou - nonostante questo incidente è stata stagione fantastica per me. Dall'inizio, a gennaio, mi sono sentito i perfetta forma. Nelle ultime gare i miei avversari si sono fatti insidiosi, ma punto a concludere la stagione con il 100% di successi, devo ora pensare a vincere l'ultima prova di Parigi Bercy."

Il più tenace degli avversari è stato sicuramente Adam Raga (Gas Gas): il quattro volte campione mondiale indoor (dal 2003 al 2006) ha chiuso la partita di Milano a pari penalità con Toni Bou, perdendo, appunto, lo spareggio finale nel parallelo. Raga ha così affiancato in classifica Albert Cabestany (Sherco), che prima di questo appuntamento lo precedeva di 3 punti e qui a Milano ha commesso qualche errore in più, terminando comunque terzo sul podio. Ora i due spagnoli si disputeranno la posizione d'onore del mondiale a Bercy. Quarto in finale Jeroni Fajardo (Beta), con 27 penalità. Niente finale, invece, per il giapponese Takahisa Fujinami (Honda Montesa): dopo un bel terzo posto sul podio di Palma di Maiorca, qui a Milano non ha passato la semifinale; niente da fare anche per il transalpino Loris Gubian (Gas Gas), ance lui non in finale.

L'applauso del pubblico è andato nelle qualificazioni al portacolori italiano Giacomo Saleri (Beta): il giovanissimo bresciano ha affrontato con coraggio la sfida con i giganti della specialità, ma gli ostacoli, impegnativi anche per i big mondiali, lo hanno messo in difficoltà e non è riuscito ad accedere alle semifinali. Sfortuna per lo spagnolo Pol Tarres (Jotagas), nipote d'arte del blasonato Jordi, che ha sostituito all'ultimo momento il connazionale Gomez ed è stato messo out da una caduta già nelle prima battute.

Un grande spettacolo il Gran Premio d'Italia X-Trial Acqua Smeraldina, davvero un condensato di emozioni, suggellato sopra tutto dalla presenza costante del ricordo di Diego Bosis: al campione tricolore scomparso il 14 febbraio scorso a soli 44 anni è stato dedicato l'evento. Particolarmente toccante il momento di ricordo vissuto al centro campo con tutti i piloti che indossavano la maglia in suo ricordo.

CLASSIFICA MONDIALE DOPO ASSAGO
1 Tony Bou 120
2 Adam Raga 78
3 Albert Cabestany 78
4 Takahisa Fujinami 57
5 Jeroni Fajardo 36
6 Loris Gubian 30
7 Michael Brown 18
8 Alfredo Gomez 8
9 Pol Tarres 5
10 Dani Oliveras 3
11 Jack Challoner 2
12 Giacomo Saleri 1
13 Alexandre Ferrer 1
14 Benoit Dagnicourt 1
CAMPIONI DEL MONDO INDOOR
2012 - BOU Toni - ESP / Montesa
2011 - BOU Toni - ESP / Montesa
2010 - BOU Toni - ESP / Montesa
2009 - BOU Toni - ESP / Montesa
2008 - BOU Toni - ESP / Montesa
2007 - BOU Toni - ESP / Montesa
2006 - RAGA Adam - ESP / Gas Gas
2005 - RAGA Adam - ESP / Gas Gas
2004 - RAGA Adam - ESP / Gas Gas
2003 - RAGA Adam - ESP / Gas Gas
2002 - CABESTANY Albert - ESP / Beta
2001 - LAMPKIN Doug - GBR / Montesa
www.indoortrial.it
PRESS BLOG: www.indoortrial.info
TWITTER: twitter.com/indoortrial
press office:massimo tamburelli - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - ph.+39.348.034.1015

Un piccolo assaggio di trial italia.......il campione del mondo toni bou braccato dagli inviati Francesco Pinto e Sonia Broccucci.

Condividi