Forum Trial

TRIAL ITALIA | Promuovi anche tu la tua Pagina

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

C’è voluto più di un decennio per riportare la maglia azzurra sull’olimpo del Trial Delle Nazioni, grazie ad una prova superba di maturità che ha portato la squadra italiana al terzo posto nel 26° Trial Delle Nazioni, svoltosi nella cittadina bresciana di Darfo Boario Terme.

I nostri piloti (Fabio Lenzi, Daniele Maurino, Matteo Grattarola e Francesco Iolitta, diretti dal CT Andrea Bruschi) sapevano fin dall’inizio che il podio era alla loro portatata, e un incoraggiante sesto posto della gara femminile, ha dato la giusta carica per portare a casa il risultato, favoriti anche da una condizione climatica altalenante ma mai insidiosa.

Nel corso del secondo giro la pioggia ha dato qualche preoccupazione alla compagine azzurra ma l’affiatamento e la concentrazione ha fatto si vantaggio sui francesi aumentasse zona dopo zona. Al termine dell’ultima zona, con la pioggia scrosciante almeno quanto gli applausi dei temerari tifosi, c’è stato un lungo abbraccio a suggellare l’ormai certo terzo posto.Con Spagna e Gran Bretagna, rispettivamente prima e seconda.

“Una grande soddisfazione che ci ripaga del lungo e duro lavoro fatto negli ultimi due anni – ha dichiarato il CT Buschi – La squadra ha lavorato bene ed il risultato va diviso fra tutti i partecipanti a questa avventura. Abbiamo dimostrato che lavorando tutti insieme con impegno i risultati arrivano e si è visto oggi lungo il percorso: se un azzurro affrontava una zona in maniera non ottimale, a seguire un altro riparava all’errore. Lo spirito di squadra che contraddistingue il nostro gruppo è la pietra su cui va costruito il futuro”.

“Soddisfazione per l’intero weekend di gara e per l’ottima riuscita dell’evento – sono le parole del Presidente FMI Paolo Sesti – Le ragazze, ieri, ed i maschi oggi, hanno dimostrato che abbiamo intrapreso la giusta strada anche in una disciplina dalla tradizione non sempre vincente. Questa sera possiamo festeggiare e guardare con fiducia ad un futuro di successo per il Trial Nazionale e Internazionale.”

Condividi