Benvenuto! Accedi o registrati.
EnduroItalia

Mental Coach

Promuovi anche tu la tua Pagina

Mental Coach

Promuovi anche tu la tua Pagina


Pagine: [1]   Vai giù
  Stampa  
Autore Discussione: [CONSIGLI] MANUEL NEVONI HELL'S GATE CONSIGLI PER LA GARA  (Letto 19188 volte)
0 utenti e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
REDAZIONE ENDURO
ENDUROITALIA
Staff
Endurista
*****

Reputazione 9033
Messaggi: 15360



WWW Oscar
« inserita:: 11 Febbraio 2015, 21:43:53 »

Manuel Nevoni Mental Coach e Personal Trainer, Hell's Gate consigli pre-gara.



Mancano pochi giorni ad una delle gare di enduro estremo più dure che esistano ovvero L' Hell's Gate, proprio per questa occasione sono molti gli appassionati che mi chiedono informazioni su come prepararsi al meglio per gare di questo tipo.

Come ben sappiamo le gare estreme richiedono una grande capacità tecnica ma anche un'ottima preparazione fisica; oltre a dover affrontare percorsi difficili ed esser in grado di superare ostacoli bisogna esser capaci di guidare al nostro meglio non per 1 ora ma per quasi una giornata intera.

Ho assistito a 11 edizioni dell'Hell's Gate e non ho mai visto nessuno finire la gara senza segni ben visibili di stanchezza.

Come prepararmi per questa gara?

Se la domanda mi vien fatta adesso oppure 1 settimana prima la risposta è inevitabile, adesso non puoi fare granché per migliorare la situazione, ma puoi fare molto per non peggiorarla!

Il lavoro necessario per arrivare con una buona condizione fisica va seguito nei mesi precedenti, però nonostante ciò vi posso dire cosa potete e non dovete fare adesso a distanza di qualche giorno dall'evento.

Innanzitutto dedicare quest'ultimi giorni allo scarico (non la marmitta..) ovvero al recupero completo che ci permetterà di arrivare riposati e pieni di energie al giorno della gara.

Molti potrebbero pensare che allenarsi duramente prima di una gara li farà arrivare più pronti e preparati invece è l'esatto opposto, specialmente per chi non ha mai eseguito un programma di allenamento, fare ciò significherebbe stancarsi e prolungare la stanchezza anche al giorno della competizione. Questo vale per qualsiasi tipo di allenamento.

Posso consigliare il riposo oppure svolgere un'attività molto leggera, non dimenticare mai lo stretching che è molto importante ma attenzione a svolgerlo nella modalità corretta.



Pure il sonno ha la sua importanza sul recupero quindi possibilmente dormire almeno 8 ore a notte anche se il giorno della gara la sveglia suonerà molto presto!



Altra parte molto importante riguarda l'alimentazione,  ovviamente se quotidianamente seguite una dieta poco salutare cambiare con un'alimentazione corretta il giorno prima di una gara non potrà fare grandi miracoli ma potrebbe aiutarvi.  Chi invece segue un regime alimentare corretto è bene che non lo vari.

L'obiettivo principale è aver piene le scorte di glicogeno all'inizio della gara che serviranno per darvi l'energia necessaria, se avete seguito dei giorni di scarico ed una alimentazione corretta le riserve saranno già ripristinate e non c'è alcun bisogno di ''abbuffarsi'' di carboidrati né il giorno precedente nè la sera prima, dove anzi, è consigliato cenare non troppo pesantemente. Non vi sto a scrivere che cinghiale in umido non è il piatto ideale.. però un bel piatto di pasta si (integrale meglio, o riso)  anche se siete abituati a non cenare con carboidrati e un secondo proteico leggero tipo carne bianca [pollo o tacchino].



Consumare una buona colazione 3 ore prima della partenza sarebbe la miglior soluzione e mangiare secondo la vostra abitudine  ancor meglio perchè improvvisare la mattina prima di una gara può lasciarvi brutte sorprese. Comunque meglio una spremuta che il cappuccino e pane integrale e marmellata al posto di un cornetto.

Durante la gara della mattina è necessario alimentarsi ogni volta che arrivate al paddock tipo con una barretta energetica, frutta secca, pezzo di banana. E' anche importantissimo bere costantemente durante tutto l'arco della gara, io vi consiglio come integratore le maltodestrine.

Infine, per chi riesce a rientrare nella finale del pomeriggio è necessario un pasto che ripristini le scorte di glicogeno consumate durante il mattino  quindi costituito  soprattutto da carboidrati complessi come la pasta.

Potete seguire Manuel Nevoni Mental Coach e Personal Trainer su Twitter e Facebook

TWITTER MANUEL NEVONI MENTAL COACH E PERSONAL TRAINER

FACEBOOK MANUEL NEVONI MENTAL COACH E PERSONAL TRAINER





Registrato

Pagine: [1]   Vai su
  Stampa  
 
Vai a:  

Powered by SMF 1.1.21 | SMF © 2006-2007, Simple Machines
XHTML | CSS | Aero79 design by Bloc