Benvenuto! Accedi o registrati.
EnduroItalia

International Six Days Enduro, ISDE | Promote your Page too


Pagine: [1]   Vai giù
  Stampa  
Autore Discussione: [DAY 4] 87^ ISDE 6 DAYS ENDURO IN GERMANIA 27 SETTEMBRE 2012  (Letto 2542 volte)
0 utenti e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
REDAZIONE ENDURO
ENDUROITALIA
Staff
Endurista
*****

Reputazione 9196
Messaggi: 15445



WWW Oscar
« inserita:: 27 Settembre 2012, 08:25:59 »

DAY 4

RISULTATI DAY 4:

FIM ISDE LIVE RESULT

FOTO GALLERY

FONTE: FEDERMOTO

Il percorso del quarto giorno sarà lo stesso della giornata precedente che è stato lungo e particolarmente selettivo, ma la tanta pioggia caduta nella notte potrebbe averlo reso ancora più impegnativo, in particolare nel difficile trasferimento fra Zschopau e Weberhang, dove i piloti e le moto, stremati da tre giorni di gara, dovranno affrontare una rampa in salita molto stretta tra i boschi che se potrebbe essere molto viscida e fangosa. La direzione gara ha annullato la prima speciale, per cui le prove di giornata si riducono a sette.

ore 16:20 Anche nell'ultima speciale, non disputata al primo giro, si viaggia su tempi di almeno un minuto più alti rispetto a ieri. I piloti evitano di prendersi inutili rischi dopo una giornata, soprattutto nella prima parte, molto dura. Ne approfitta Nambotin che riesce a strappare a Meo la leadership dell'assoluta. I nostri si piazzano al termine delle prove speciali, e in attesa di riportare le moto al parco chiuso, nelle seguenti posizioni: Salvini in 6°(+1 rispetto a ieri), Monni in 18° (-6), Gritti in 23° (+1), Micheluz in 27° (-1), Moroni in 42° (/), Philippaerts in 58° (+9) e Mori in 64° (+2). Lo scivolone in classifica di Monni evidentemente è dovuto al terreno di oggi a lui poco congeniale.

ore 15:15 La penultima prova di giornata è piuttosto equilibrata e non assistiamo ad enormi distacchi fra i piloti (rispetto a quelli ai quali ci hanno abituati i francesi in questa SixDays). Monni è il migliore degli azzurri, vicino ad abattere il muro dei 6 minuti. Ora i piloti faranno la prova di Erlbach che non hanno compiuto al primo giro.

ore 14:40 Nambotin e Meo sono di un altro pianeta e riscono a infliggere in una sola prova 40 secondi agli avversari. Si accende la lotta proprio fra i due francesi nell'assoluta. Adesso sono separati da appena 5 secondi. Salvini è tra i migliori della giornata e rosicchia qualcosa in classifica a Remes che dista un minuto. Monni deve avere avuto qualche problema in speciale e paga in questa prova quasi 3' ai primi. Ci pensa però Gritti a riparare con un buon tempo.

ore 13:40 Nella speciale di Venusberg si torna a girare al secondo passaggio sui tempi della giornata precedente, a dimostrazione che il terreno è tornato asciutto. Meo e Nambotin si confermano i più in palla della giornata tallonati da Alex Salvini che così può riportare, nell'assoluta, Price a distanza di sicurezza. Gli altri azzurri sotto il muro dei 10 minuti sono Monni e Micheluz, mentre Philippaerts e Gritti non ce la fanno per un paio di secondi. Prosegue la bella Sei Giorni di Moroni, all'esordio in questa competizione, stabilmente nei primi 20 della classe più numerosa, la E2.


ore 12:30
Nell'ST4 (terza di giornata) il migliore degli azzurri è Mirko Gritti a 8" da Nambotin, seguito da Monni. Salvini non è tra i primi e vede ridursi ad appena 3" il vantaggio su Price nell'assoluta. Al termine del primo giro la sensazione è che gli azzurri siano secondi di giornata, con qualche secondo recuperato agli Australiani. Il Manager del Trofeo Rinaldi è molto soddisfatto della prova dei cinque italiani, che stanno affrontando bene un percorso reso ancor più difficile dal bagnato che si sta asciugando grazie al forte vento. Intanto, arriva la conferma che la prova annullata stamattina sarà regolarmente effettuata al rientro.

ore 11:30 Nella terza speciale di Bornichen, una linea molto lunga, i tempi aumentano di oltre un minuto anche per i migliori, che sono nuovamente tre francesi, in questo caso Nambotin, Meo e Thain. Salvini, primo degli azzurri, è nono ma nell'assoluta si piazza sesto scavalcando l'australiano Price, poi Monni e Gritti ai margini dei primi 20. Micheluz e Philippaerts accusano quasi 1'30" dal migliore.

ore 10:00 I tempi si alzano di quasi un minuto nella seconda speciale (prima della giornata) resa più dura dalla pioggia caduta questa notte. Anche se adesso splende il sole, il terreno di queste parti assorbe poco e diventa subito fangoso. Miglior tempo a sorpresa dello svedese Ljunggren, poi Remes e Nambotin prima dell'ottimo Salvini. Ma sono tutti lì in due secondi. Renet prende 20" di penalità e passa al terzo posto dell'assoluta.

ore 8:30 Partiti tutti gli azzurri. Non effettuandosi la prima prova, ma essendo rimasto invariato il timing dei controlli orari avremo i primi tempi della ex seconda speciale, il finto enduro test di Venusberg da oltre 9 minuti tra circa un'ora. Sarà un bel banco di prova per capire dai rilevamenti cronometrici in che condizioni è il tracciato. Prima di questa sfida con il cronometro i piloti transiteranno dalla storica rampa tra Zschopau e Weberhang, una salita stretta tra i boschi che con il terreno bagnato potrebbe essere ancor più insidiosa.

ore 7:45 I primi piloti si presentano allo start del Sachsenring. Si corresse sul circuito, la direzione darebbe gara bagnata. Ha piovuto infatti tutta la notte senza sosta, ma fortunatamente in maniera molto blanda, ed ora sembra aver smesso definitivamente. Ad ogni modo già ieri sera si era deciso di non far disputare la prima speciale, il cross test di Erlbach, che i piloti percorrono sin da lunedì, che rimane, invece, confermato almeno per il momento prima del rientro nel paddock, previsto poco dopo le 16:00. Le prove di giornata diventano perciò sette anziché otto.

RISULTATI SPECIAL TEST 2

RISULTATI SPECIAL TEST 3

RISULTATI SPECIAL TEST 4

RISULTATI SPECIAL TEST 5

RISULTATI SPECIAL TEST 6

RISULTATI SPECIAL TEST 7

RISULTATI SPECIAL TEST 8



International Six Days Enduro, ISDE ;| ;Promuovi anche tu la tua Pagina

Registrato

REDAZIONE ENDURO
ENDUROITALIA
Staff
Endurista
*****

Reputazione 9196
Messaggi: 15445



WWW Oscar
« Risposta #1 inserita:: 27 Settembre 2012, 22:42:22 »

 ISDE 2012 - Day4: L'Italia è seconda di giornata.

Su un percorso molto difficile bellissima prova della Maglia Azzurra che stacca gli inseguitori e rafforza il suo terzo posto. Adesso l'Australia è più vicina di un minuto e diciotto secondi, anche se vanta ancora un consistente vantaggio. Una Sei Giorni come questa, però, può riservare sorprese fino all'ultimo momento.

Il percorso del quarto giorno, lo stesso della giornata precedente, già di per sé lungo e selettivo, è stato reso ancor più impegnativo dalla tanta pioggia caduta nella notte, in particolare nel difficile trasferimento fra Zschopau e Weberhang, dove i piloti e le moto, stremati da tre giorni di gara, hanno affrontato una rampa in salita che ha creato tante difficoltà anche ai migliori. E' stata annullata la prima speciale, per cui le prove di giornata sono state ridotte a sette.

Gli azzurri del Trofeo Mondiale non si sono fatti vincere dalle avversità e hanno affrontato al meglio, sin dal primo giro, indubbiamente il più complicato, ogni momento critico del percorso. Il migliore in maglia azzurra è stato Alex Salvini (E2 - Husqvarna Team CH Racing), secondo di giornata nella sua classe e giunto ormai a un passo dalla Top5 dell'assoluta. Ma in generale sono stati tutti bravi e costanti, dai soliti Mirko Gritti (E3 - KTM MCT Motorace) e Maurizio Micheluz (E1 - Honda Team NSM) a Dany Philippaerts (E2 Beta - Team Beta Boano), finalmente più vicino ai suoi standard. Manuel Monni (E3 - KTM Team Farioli), invece, sempre tra i migliori di ogni speciale, a causa di un errore nella sesta (quinta di giornata) ha perso, rispetto al tempo del primo giro, circa due minuti, che gli costano il podio della E3 e all'Italia quel qualcosa in più per mettere molta più pressione all'Australia.

Nel Trofeo Junior Rudy Moroni (E3 - KTM Team Farioli) e Nicolò Mori (E2 - TM Racing) hanno continuato a non risparmiarsi anche in una giornata così ostica e hanno onorato la Maglia Azzurra che indossano, nonostante non abbiano già da tempo interessi legati alla classifica.

Tra i club il trio italiano Nicolò Bruschi (C1 - Honda Team HM Honda-Zanardo), Davide Soreca (C1 - Yamaha Team Beta Boano) e Jacopo Cerrutti (C1 - TM Team Mefisto) ha purtroppo perso la seconda posizione a vantaggio degli svedesi del Team Ostra 1, più a loro agio su un terreno così impegnativo.

Ribadito il dominio transalpino sia nel trofeo che nello junior anche in questa giornata, la notizia del giorno a casa Francia è il sorpasso di Nambotin ai danni, rispettivamente, dei connazionali Meo e Aubert. Con Renet fuori dal podio dell'assoluta a causa di una penalizzazione di venti secondi.
 


GRANDISSIMA PRESTAZIONE PER MIRKO GRITTI OGGI AL DAY 4 DELL'ISDE 2012 IN GERMANIA MIGLIORE DEGLI ITALIANI DIETRO ALEX SALVINI


TROFEO
Alex Salvini si conferma migliore tra gli Italiani, dietro di lui oggi Gritti poi Monni, Micheluz e Philippaerts migliora di molto rispetto ai giorni precedenti. L'idea è che l'Italia è stata all'altezza delle sue potenzialità e se mantengono alta la concentrazione anche nel 5^ e 6^ giorno potrebbe anche arrivare il secondo gradino del podio.......

VASO
Francia e Gran Bretagna si contendono il primo posto, il margine per un sorpasso c'è tutto dipende dalla giornata di domani, se la francia mantiene il vantaggia che ha accumulato fino ad ora difficilmente nella gara di cross perderà il trofeo.

WOMEN
Se nelle altre categorie sono dei mostri i francesi, nella categoria donne parla da solo il vantaggio sulle tedesche seconde in classifica, 1 ora e 38 minuti di vantaggio.......

CLUB E TEAM
Il team Spagnolo RFME comanda la classifica con un cospicuo vantaggio di 10', difficile che possano perdere la 1^ posizione.
In seconda posizione il Team Ostra1, seguito dal Team Italia composto da Bruschi, Soreca e Cerutti che si stà comportando molto bene.

JACOPO CERUTTI TEAM ITALIA 3^ CLASSIFICATO TRA I TEAM ED I CLUB



RISULTATI TROFEO

RISULTATI VASO

RISULTATI WOMEN

RISULTATI CLUB TEAM


Francia sempre più sola in vetta alla classifica

Dietro la Francia oggi ha brillato l'Italia alla Sei Giorni Enduro del Sachsenring in Germania, splendida seconda nella classifica di giornata del Trofeo Mondiale al termine di una tappa iniziata con l'annullamento della prima speciale per impraticabilità dovuta alla pioggia caduta per tutta la nottata.

Fortunatamente in tarda mattinata le condizioni meteo sono migliorate ed il forte vento ha asciugato un po' il terreno delle speciali anche se nei boschi i piloti hanno dovuto davvero dare fondo a tutte le proprie risorse per riuscire a continuare la gara.

I cinque piloti azzurri della squadra del Trofeo Mondiale sono così riusciti a centrare una seconda posizione di tutto rispetto precedendo la squadra dell'Australia, autentica rivelazione di questa Sei Giorni 2012. L'Italia ha inoltre confermato la propria terza posizione nella classifica Trofeo Mondiale dove dopo quattro giornate Maurizio Micheluz (HM-Honda) è settimo in E1, Alex Salvini (Husqvarna) e Deny Philippaerts (Beta) rispettivamente terzo e trentunesimo in E2, Manuel Monni e Mirko Gritti (KTM) terzo e ottavo in E3.

Se Salvini oggi ha brillato nella E2 a sorprendere è stato Gritti (nella foto) protagonista di ottimi tempi in tutte le speciali della E3. Sempre più imbarazzante invece il vantaggio della Francia nel Trofeo Mondiale con ormai oltre mezz'ora sula squadra dell'Australia.

Basto poi scorrere le classifiche delle tre classi con Antoine Meo (KTM) e Rodrig Thain (HM-Honda) rispettivamente primo e terzo in E1, Pierre Renet (Husaberg) e Johnny Aubert (KTM) primo e secondo in E2, Christophe Nambotin (KTM) e Sebastien Guillaume (Gas Gas) primo e ottavo in E3, mentre la classifica assoluta vede nell'ordine ai primi quattro posti Nambotin, Meo, Aubert e Renet.

CLASSIFICA 4° GIORNO
1. Francia; 2. Italia; 3. Svezia; 4. Australia; 5. Finlandia; 6. Spagna; 7. USA.

CLASSIFICA GENERALE DOPO 4 GIORNATE
1. Francia; 2. Australia a 32'31"; 3. Italia 39'12"; 4. Svezia 46'57"; 5. Spagna 47'02"; 6. Finlandia 47'43"; 7. USA 52'41".

Dario Agrati
Registrato

Pagine: [1]   Vai su
  Stampa  
 
Vai a:  

Powered by SMF 1.1.21 | SMF © 2006-2007, Simple Machines
XHTML | CSS | Aero79 design by Bloc