Benvenuto! Accedi o registrati.
EnduroItalia

ENDURO ITALIA | Promuovi anche tu la tua Pagina


Pagine: [1]   Vai giù
  Stampa  
Autore Discussione: Sbiellamento  (Letto 2927 volte)
0 utenti e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
gv77
Utente non iscritto
« inserita:: 11 Agosto 2010, 13:33:05 »

Nascita di laschi soprattutto tra la bronzina/cuscinetto (di testa o di piede) e la biella, favorendo così l'aumento di giochi tra le parti le quali iniziano un processo di usura accelerato fino a cedere totalmente. Generalmente la causa sono le sovrasollecitazioni, provocata dall'eccessivo e perdurante regime di rotazione (oltre i limiti previsti dalla casa costruttrice).
Cause dello sbiellamento

Le cause principali che possono provocare lo sbiellamento son le seguenti:

    * Sovrasollecitazione, come ad esempio il fuorigiri
    * Rottura od usura delle bronzine o dei cuscinetti della testa o del piede di biella o dei bulloni di fissaggio alla manovella
    * Difetti dei materiali
    * Agenti esterni, come olio lubrificante errato o la mancanza.


Lo sbiellamento può verificarsi in diversi modi, tutti più o meno, direttamente riconducibili alla discrezione dell'utilizzatore dell'apparato motore. Un rumore di "ferraglia" proveniente dal motore è il preludio che qualcosa nelle parti mobili del sistema non funziona a dovere; se il guasto non viene subito individuato e l'utilizzatore del motore non ne presta attenzione, lo sbiellamento può provocare il grippaggio,la rottura del pistone, dell'albero a gomiti e addirittura del monoblocco.

Nei motori di nuova concezione o comunque in quelli più moderni, sono molto meno frequenti le rotture che si verificano a causa di difetti dei materiali, per la precisione con cui sono fabbricati.
Caratteristiche del danno

Un danno come lo sbiellamento lo si può individuare grazie alle fumate:

    * Nel caso in cui compaia una forte fumata bianca, il danno è peggiore in quanto la biella, ormai fuori sede, è andata a sbattere contro le pareti della camera di combustione, provocandone la rottura e favorendo l'entrata al suo interno dell'acqua del circuito di raffreddamento con conseguente vaporizzazione.
    * Può altrettanto capitare che il motore si blocchi istantaneamente e la biella esca dal basamento.
    * Rottura del cielo del pistone, questo capita quando la biella prende troppo gioco alla testa o al piede, provocando un battito in testa meccanico che porta a contatto il pistone con la testata.

Solo per motori a quattro tempi

Se compare una fumata di color blu, il danno (pur sempre grave) è minore in quanto coinvolge il cilindro e il basamento; il color blu del fumo indica un intenso trafilaggio d'olio.
Prevenzione

Per poter prevenire tali danni, oltre ad un corretto utilizzo del motore è importante anche la scelta dell'olio, dove è sempre utile seguire le indicazioni date dalla casa costruttrice e la sua periodica sostituzione ogni qualvolta ve ne sia la necessità; gli oli infatti possono perdere le loro caratteristiche, quindi se si possiede un motore che ha lavorato per quattromila o ottomila ore, sempre con un tipo di olio, non sostituirlo può diventare deleterio soprattutto per le parti mobili, a partire dalla pompa dell'olio che deve garantire sempre una determinata pressione; è buona regola usare sempre lo stesso olio, dalle medesime caratteristiche, soprattutto quando il motore raggiunge un certo numero di ore di funzionamento.
Registrato
Pagine: [1]   Vai su
  Stampa  
 
Vai a:  

Powered by SMF 1.1.21 | SMF © 2006-2007, Simple Machines
XHTML | CSS | Aero79 design by Bloc