Servizi Online

TuttiAutopezzi.it

Banner
Banner

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

News - Enduro dal Mondo

E' una moto italiana la prima vincitrice della Dakar 2012: Chaleco Lopez su Aprilia del Team Giofil si aggiudica la prima tappa, da Mar del Plata a Santa Rosa de la Pampa.
SANTA ROSA DE LA PAMPA – La tensione, lo stress delle giornate passate a Mar del Plata a sistemare tutte le incombenze e i piccoli problemi dell'ultimo momento, finalmente lasciano spazio alla grande festa, alla prospettiva dei quattordici lunghi giorni di avventura che separano dalla capitale peruviana.
Ieri, ultimo giorno del 2011, è stato il momento della “passerella”, la grande sfilata sul palco di partenza della 33^ Dakar. Plaza Colon addobbata a festa e invasa dall'entusiasta pubblico argentino è stata la protagonista della passerella che dalle 15 alle 21 ha visto sfilare tutti i 443 equipaggi in gara.
Non c'è stato il tempo per festeggiare degnamente il nuovo anno, con la prima moto che questa mattina alle 5.45 ha lasciato la località balneare argentina per dirigersi verso Santa Rosa de La Pampa, distan
te 800 chilometri.
Nel mezzo una breve prova speciale di 57 chilometri, un “assaggio” per permettere a tutti di entrare nel clima di gara e, fondamentalmente, per stabilire un primo ordine di partenza per la tappa di domani.

E questa prima, piccola fatica ha subito mostrato la motivazione di Chaleco Lopez, leader provvisorio della classifica. Il cileno, che alla vigilia aveva dichiarato di correre senza pressione, è partito subito all'attacco ed è il primo vincitore della Dakar 2012. La sua Aprilia RXV 4.5 si è evidentemente dimostrata molto efficace e veloce sulle piste di terra e le dunette in riva al mare affrontate in questa prima tappa, così il cileno è riuscito a precedere il vincitore della scorsa Dakar, Marc Coma, per 14 secondi. Distacchi ridotti, ovviamente, in una speciale così breve, ma se il buon giorno si vede dal mattino Lopez si presenta da subito come un brutto cliente per il nutrito lotto di pretendenti al titolo.
L'altro pilota del team Giofil Aprilia Racing, Alain Duclos, ha concluso con un promettente 25° posto, staccato di poco più di tre minuti da Lopez.
Buona prova anche per le altre due Aprilia in gara, quella di Arnaud Besnier terminata 60^ e l'altra di Edouard Boulanger che ha chiuso al 75° posto.
Chaleco si presenterà così da apripista per la tappa di domani che raggiungerà San Rafael, e si inizierà a scorgere la precordigliera andina. 782 i chilometri complessivi da percorrere, 295 dei quali di prova speciale: la Dakar sta entrando nel vivo...
Francisco Lopez: “Sono stato molto attento, non sono partito troppo veloce questa mattina perché la prima parte della speciale era piuttosto dura e con tantissimi spettatori. La prima speciale della Dakar è sempre da affrontare con attenzione, fino a che non riesci a prendere il ritmo di gara... Fortunatamente gli ultimi 20 chilometri della speciale rano molto veloci e sono riuscito a guidare in maniera più aggressiva, assecondato dalla grande potenza della mia Aprilia.”

CLASSIFICA PROVVISORIA
1. Francisco Lopez (Aprilia) 32'37''

2. Marc Coma (KTM) 32'51''
3. Xavier Pizzolito (Honda)33'04'' …..
4. Alain Duclos (Aprilia) 35'51''
5. Arnaud Besnier (Aprilia) 40'51''
6. Edouard Boulanger (Aprilia) 42'54''

 

Commenti dal Forum
Re: E' una moto italiana la prima vincitrice della Dakar 2012 -- Staff
lunedì 02 gennaio 2012 14:07
_italia _italia _ok _ok

www.PezziDiRicambio24.IT