Servizi Online
News EnduroItalia
Forum Motocavalcate

ENDURO ITALIA | Promuovi anche tu la tua Pagina

TuttiAutopezzi.it

Banner
Banner

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Recensioni - Moto

La moto si presenta da sola esteticamente un gioiello, risolto qualche dilemma di concetto tecnico sulla scatola filtro la moto sarà distribuita a tutti i clienti. Il fascino estetico della ec2012 e un passa parola di utenti di settore che mettono la moto al pari di altre di settore, ben titolate, fanno pensare che questo modello farà grande strage di cuori ingiro per il mondo.

Leggi tutto...

 
News - Enduro dal Mondo

E' una moto italiana la prima vincitrice della Dakar 2012: Chaleco Lopez su Aprilia del Team Giofil si aggiudica la prima tappa, da Mar del Plata a Santa Rosa de la Pampa.
SANTA ROSA DE LA PAMPA – La tensione, lo stress delle giornate passate a Mar del Plata a sistemare tutte le incombenze e i piccoli problemi dell'ultimo momento, finalmente lasciano spazio alla grande festa, alla prospettiva dei quattordici lunghi giorni di avventura che separano dalla capitale peruviana.
Ieri, ultimo giorno del 2011, è stato il momento della “passerella”, la grande sfilata sul palco di partenza della 33^ Dakar. Plaza Colon addobbata a festa e invasa dall'entusiasta pubblico argentino è stata la protagonista della passerella che dalle 15 alle 21 ha visto sfilare tutti i 443 equipaggi in gara.
Non c'è stato il tempo per festeggiare degnamente il nuovo anno, con la prima moto che questa mattina alle 5.45 ha lasciato la località balneare argentina per dirigersi verso Santa Rosa de La Pampa, distan
te 800 chilometri.
Nel mezzo una breve prova speciale di 57 chilometri, un “assaggio” per permettere a tutti di entrare nel clima di gara e, fondamentalmente, per stabilire un primo ordine di partenza per la tappa di domani.

Leggi tutto...

 
News - Enduro dal Mondo

MAR DEL PLATA, 1 gennaio 2012
È partita stamattina da Mar del Plata la 33/a edizione della corsa che per la quarta volta si disputa in America Latina: un concorrente argentino ha però subito perso la vita Jorge Martinez Boero, morto a 38 anni alla Dakar.

È partita all'alba da Mar Del Plata la Dakar 2012, 33/a edizione della corsa che per la quarta volta si tiene in America Latina. E purtroppo nemmeno il tempo di salutare l'inizio della corsa che subito c'è scappato il morto. L'organizzazione ha infatti comunicato che un motociclista argentino ha perso la vita nel corso della prima tappa. Fatali al pilota, Jorge Martinez Boero, 38 anni, le ferite riportate nella caduta durante il tragitto tra Mar del Plata e Santa Rosa de la Pampa.

il percorso — I 443 veicoli partecipanti, tra auto, moto, quad e camion, dovranno affrontare un percorso che dalla costa atlantica argentina li porterà in due settimane a Lima, in Perù, attraverso 8.373 km, di cui 4.406 di prove speciali. L'arrivo è previsto il 15 gennaio a Lima. Per primi sono partiti i quad (30 partecipanti) e le moto (178), mentre auto (161) e camion (70) prenderanno il via più tardi. La prima tappa, di oltre 800 km, ha come traguardo Santa Rosa de la Pampa, nell'ovest dell'Argentina. Una gran folla ha fatto da cornice alla partenza della corsa, con decine di migliaia di appassionati che hanno festeggiato il nuovo anno sulla spiaggia per attendere il via. Fin da venerdì però la località turistica di Mar del Plata è invasa di turisti e il 'Village Dakar', installato nella base navale della Marina dove si sono svolte le verifiche dei veicoli, ha sempre fatto registrare il tutto esaurito.

 
Recensioni - Moto

Frutto dell'esperienza Husqvarna nel campionato del mondo, la TE 250 promette performance elevate grazie a dotazioni e soluzioni derivate dalle competizioni.

Husqvarna TE250
Husqvarna da anni domina il campionato mondiale enduro e, grazie a piloti come Antoine Meo, Matti Sestola e Juha Salminen, sa anche confermarsi ai vertici. Non un risultato facile da conquistare. Tanto meno da trasferire poi sulle moto di serie.
Com'è il caso della Husqvarna TE250, creata in base all'esperienza del reparto corse della casa italosvedese nei fanghi da competizione di mezzo mondo, in collaborazione con il lavoro dei tecnici dell'R&D.

Leggi tutto...

 
Recensioni - Moto

 

Husqvarna presenta la sua gamma enduro con un video che descrive tutto il divertimento offroad in sella alle sue moto: TE511, TE449, TE310 e TE250 insieme alle WR300, WR250 e WR125. La gamma enduro 2012 della casa italo svedese, sotto la proprietà tedesca di BMW Motorrad, spazia dalla TE511, TE449, TE310 e TE250 alla WR300, WR250 e WR125. Moto con caratteristiche diverse per ciclistica e tecnica, ma accomunate dalla passione per i salti ed il divertimento offroad! Per uscire dalla routine quotidiana o dai tradizionali viaggi od uscite fuoriporta, il fango l'acqua e le gomme grasse sono l'ideal per trascorrere delel giornate, da soli o in compagnia, divertendosi in sella ad una moto enduro.
Buona visione.

 
Recensioni - Moto


La enduro monta un motore che pesa solo 22 kg e complessivamente la TE310 non supera i 108 kg, per una maneggevolezza che esalta il divertimento di guida.

Husqvarna TE310
La gamma enduro preparata per il 2012 dalla casa italosvedese del gruppo tedeco BMW Motorrad annovera anche la Husqvarna TE310, quella usata fino al 2011 dal campione Antoine Meo nella E2, categoria dove gli avversari gareggiano con motori di cilindrata fino a 450 cc.
Una scelta coraggiosa ma furba vista la maneggevolezza e l'agilità della TE310, tanto adatta all'appassionato per sfidare gli amici in campagna quanto all'ex maglia Husqvarna.

Motore della Husqy TE310
Il motore è strettamente derivato da quello della TE250, da sempre il più leggero della categoria con soli 22 kg, ma grazie ad una cilindrata maggire (302,4 cm3) può contare su una potenza ed una coppia più elevata.
È diverso anche l'impianto di scarico, sviluppato apposta per migliorare ulteriormente le
prestazioni della TE310 versione 2012. Il progetto di base è invariato: monocilindrico con testata
bialbero e 4 valvole in titanio, alimentato con un'iniezione elettronica Mikuni con corpo farfallato da 45 mm e doppia mappatura selezionabile mediante l'interruttore al manubrio.
La Husqvarna TE310 dispone anche di una doppia mappatura per modificare l'erogazione del motore a seconda del terreno e delle condizioni di aderenza.
Con la mappatura “hard” il mono di 302,4 cm3 è in grado di fornire le massime prestazioni, mentre con la “soft” l'erogazione è più dolce. L'affidabilità è tutelata dall'impianto di raffreddamento,
termostatizzato e dotato di elettroventola per evitare surriscaldamenti nell'enduro più estremo e
lento.

Leggi tutto...

 
Recensioni - Moto

La seconda generazione sfrutta l'esperienza di un anno e migliora la enduro del gruppo BMW Motorrad rendendola più competitiva, senza cambiare le caratteristiche principali.

Husqvarna TE449
Il marchio motociclistico con la più importante tradizione al mondo nel settore dll'off road, non può esimersi dalla continua ricerca della moto ideale per il fuoristrada. In sintesi, si puòtradurre in tre caratteristiche: facile da utilizzare, pronta ad affrontare le competizioni e con una manutenzione accessibile a tutti.
Arrivata alla sua seconda generazione, la Husqvarna TE449 rimane quella enduro che attrae al primo sguardo, grazie a tutte quelle cose al posto giusto. Nel senso di soluzioni tecniche che la pongono in una posizione di leadership rispetto alla concorrenza.
La nuova TE 449 è equipaggiata con la componentistica più sofisticata nel settore off road, come l'impianto frenante di Brembo, sospensioni Kayaba e scarico Akrapovic (l'unica moto enduro equipaggiata di serie con scarico e silenziatore dell'azienda slovena).

Telaio più robusto ed assetto più basso per la Husqvarna TE449
La nuova quattro-quattro-nove italo-svedese ha un telaio rinforzato grazie ad un maggior impiego di acciaio al cromo molibdeno 25CrMo4, col quale sono stati rinforzati cannotto di sterzo, piastre supporto telaietto e i supporti motore.
Anche la coda posteriore ora in un unico pezzo è più resistente e meno ingombrante, ed è stato semplificato e alleggerito l'intero impianto elettrico.
Rivisto completamente l'assetto, più equilibrato con nuovi setting per le sospensioni e il monoammortizzatore Kayaba più corto di 4 mm che abbassa anche l'altezza sella. Sospensione che Husqvarna ha voluto d'eccellenza con materiali Kayaba (idraulica ampiamente regolabile in estensione e compressione) e link a struttura rovesciata, per unire sia i vantaggi di un leveraggio di progressione meccanica a una posizione riparata. La taratura della forcella (48 mm diametro steli) è stata resa più rigida mentre la taratura dell'ammortizzatore è più morbida nella prima parte di escursione.

Leggi tutto...

 
Recensioni - Moto

Il monocilindrico della casa appartenente al gruppo BMW Motorrad si propone con una cilindrata tosta per gente giusta.

Husqvarna TE511
Ad arricchire la gamma enduro 2012 della casa italo svedese ecco il monocilindrico Husqvarna TE511. Cilindrata importante, 477 cc e tanti cavalli, che fanno della enduro del gruppo BMW Motorrad una moto per motociclisti di polso. Perché in sella alla TE511 non si scherza visto che i cavalli non le mancano, anzi. Piuttosto, il problema è riuscire ad utilizzarli!
Ma nella versione 2012 i tecni Husqvarna hanno apportato quelle modifche che permettono alla endurona di diventare più facile, rimanendo comunque la più potente della gamma.

Novità estetiche per la Husqvarna TE511
La TE5111 da ferma si fa riconoscere subito per la colorazione nera del telaio, l'anodizzazione silver dei cerchi Excel, e le nuove grafiche integrate nello stampo (tecnologia In Mould). La coda è stata ridisegnata in un unico pezzo per renderla meno ingombrante e più robusta, ma il lavoro più importante è stato eseguito sulla messa a punto finale del motore e dell'assetto.

Leggi tutto...

 

<< Inizio < Prec. 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 Succ. > Fine >>

Ultimi Post Forum

www.PezziDiRicambio24.IT